FEELIN’ GOOD PRODUCTIONS - Agenzia di Blues in Italia e in Europa.

 

Jerry Portnoy

jerry-portnoyJerry Portnoy è cresciuto a Chicago. La prima volta che ha sentito suonare il blues era fuori dal negozio di tappeti di suo padre al mercato di Maxwell Street alla fine degli anni ‘40 e primi anni ’50. Maxwell Street era una mecca per musicisti blues, che suonavano in strada per le mance. Little Walter, Jimmy Rogers, Johnny Young e molti altri, hanno tutti suonato in Maxwell Street. Portnoy ha iniziato la sua carriera professionale nel 1970, girando il Midwest in tour con la band di Johnny Young (chitarra/mandolino). Due anni più tardi ha lasciato Johnny Young ma ha continuato ad esibirsi in tutto il Midwest, prima nella band del chitarrista Johnny Littlejohn e, più tardi, del batterista Sam Lay. Per un certo periodo è stato anche membro della house band del Checkerboard Lounge di Buddy Guy. Lo stile musicale di Jerry Portnoy, graffiante e contorto non ha rivali nella scena del blues contemporaneo per fluidità e gamma emotiva. I suoi vocals sono efficaci, soprattutto quando sono scanditi dall’accompagnamento e dagli assoli della sua armonica.Portnoy entra a far parte della band di Muddy Waters nei primi anni ’70 rimpiazzando Mojo Buford nel 1974 ed è rimasto con la band per sette anni. Durante la sua collaborazione con Waters, è apparso sugli album I’m Ready, Muddy “Mississippi” Waters Live e King Bee . Nel 1980, Portnoy con il bassista Calvin Jones, il pianista Pinetop Perkins e il batterista Willie Smith formano la Legendary Blues Band. E registrano gli album Life of Ease e Red Hot & Blue. Nel 1986 lascia la band e si ritira per un breve periodo. Verso la fine del 1987 ritorna sulla scena, fondando The Broadcasters con Ronnie Earl. Due anni più tardi Jerry abbandona il gruppo formando la sua nuova band, the Streamliners con la quale registra Poison Kisses. Tra il 1993 e il 1996 Portnoy ha fatto parte della All-Star Blues Band di Eric Clapton. Durante questo periodo, registra l’album di Clapton, a lungo atteso, From the Cradle un best-seller di tutti i tempi. Dopo aver lasciato la band di Clapton registra il suo secondo album Home Run Hitter, nel 1995. Blues Harmonica Masterclass, un meraviglioso cofanetto didattico con 4 CD, viene pubblicato sei anni più tardi. Portnoy si è esibito in ventotto paesi stranieri in sei continenti, tra cui le esibizioni alla Casa Bianca, alla Carnegie Hall, al Radio City Music Hall, allo Smithsonian, al Newport Jazz Festival e in altri importanti jazz e blues festival in tutto il mondo. Nel 2001 esce il suo terzo album solista, Down in the Mood Room. Conosciuto per il suo tono straordinario, è stato a lungo uno dei preferiti da critica e colleghi musicisti: il New York Times ha scritto: “Mr. Portnoy raggiunge le vette di un sax contralto”. Down Beat Magazine ha scritto: “Portnoy ha pochi eguali come armonicista, di blues o qualsiasi altra cosa”. Rick Estrin, anche lui musicista professionista di grande rilievo ha detto in un articolo su Blues Revue : “Jerry riesce a tirare fuori così tanti suoni dall’armonica – un suono così bello, enorme, ricco”.
Una vera leggenda del Blues, legato alla tradizione di tutti i grandi maestri della scuola di Chicago, uno dei pochi rimasti sulla scena mondiale !!!

DISCOGRAFIA:
Jerry Portnoy, Down in the Mood Room (Tiny Town)
Jerry Portnoy, Home Run Hitter (Indigo)
Jerry Portnoy, Poison Kisses (Modern Blues)
Joe Beard, For Real (Audio Quest)
Joe Beard, Dealin’ (Audio Quest)
John Brim, The Ice Cream Man (Tone-Cool)
John Campbell, A Man and His Blues (Crosscut)
Eric Clapton, Twenty Four Nights (Reprise)
Eric Clapton, From the Cradle (Reprise)
Eddy Clearwater, Cool Blues (Bullseye)
Bo Diddley, A Man Amongst Men (Code Blue)
Ronnie Earl, I Like It When It Rains (Antone’s)
Ronnie Earl and The Broadcasters, Soul Searching (Black Top)
Luther Johnson, Talkin’ About Soul (Telarc)
Legendary Blues Band, Life of Ease (Rounder)
Legendary Blues Band, Red Hot ‘N Blue (Rounder)
Pinetop Perkins, Born in the Delta (Telarc)
Paul Rishell, Blues on a Holiday (Tone-Cool)
Duke Robillard, Dangerous Place (Pointblank)
Duke Robillard, Explorer (Shanachie)
Les Sampou, Fall From Grace (Flying Fish)
Hubert Sumlin, Hubert Sumlin’s Blues Party (Black Top)
Muddy Waters, I’m Ready (CBS)
Muddy Waters, Muddy “Mississippi” Waters Live (CBS)
Muddy Waters, King Bee (CBS)
Muddy Waters Tribute Band, I’m Gonna Miss You
Bill Wyman & the Rhythm Kings, Anyway the Wind Blows (Velve)
Zora Young, Travelin’ Light (Deluge)
Johnny Young, Johnny Young Plays the Blues (Blues on Blues)